Presepe vivente dei Cappuccini


Condividi questa pagina

“…e na stidda tralucenti
annunciò a tutti li genti
ch’era natu lu messia”

Con il Natale alle porte, a Melilli si rinnova la tradizione del “Presepe vivente”, la rappresentazione dell’evento che ha cambiato per sempre la storia del mondo.
Questa manifestazione che si svolge nel settecentesco convento dei Frati Minori Cappuccini, ha mosso i primi passi negli anni’90 grazie all’iniziativa di Padre Enrico Abramo.
Con l’aiuto della gioventù francescana Padre Enrico Abramo ha portato a Melilli questa rappresentazione ormai diffusissima, che nacque nel borgo di Greccio nel 1223, ad opera Di San Francesco d’Assisi.

Date e orari:

  • Mercoledì 26 dicembre 2012 ore 18,00
  • Domenica 30 dicembre 2012 ore 18,00
  • Martedì 1 gennaio 2013 ore 18.00
  • Sabato 5 gennaio 2013 ore 18,00
  • Domenica 6 gennaio 2013 ore 18,00

La manifestazione all’inizio era svolta dentro il chiosco del convento, ma è andata in crescendo con il passare degli anni.
Oggi conta circa 150 personaggi in costume d’epoca palestinese (1° sec.) che rappresentano personaggi, mestieri ed arti dell’epoca in cui nacque Gesù.
Il numero dei visitatori è cresciuto notevolmente con il passare degli anni, grazie anche alla scelta degli organizzatori di attenersi fedelmente alla rappresentazione dell’epoca della nascita di Gesù.
L’anno scorso il Presepe Vivente è stato visitato da circa 30.000 persone.

Gallery del Presepe vivente dell’anno 2011

Collegamenti utili:
Il sito del Convento dei Frati Cappuccini di Melilli

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *