Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti


Condividi questa pagina

L’istituto comprensivo G.E.Rizzo partecipa anche quest’anno alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.
Segue il comunicato stampa che presenta le attività a cui parteciperanno i nostri ragazzi.

La “dematerializzazione” ovvero usare meno materiali, o nessun materiale, per fornire all’utente lo stesso livello di funzionalità, è il tema SERR di quest’anno.
La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti rappresenta la principale e più ampia campagna di informazione e sensibilizzazione dei cittadini europei circa l’impatto della produzione di rifiuti sull’ambiente. L’edizione 2015 si svolge sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo e con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. In Italia la “Settimana” è promossa da un Comitato promotore nazionale composto da CNI Unesco come invitato permanente, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Utilitalia, ANCI, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Legambiente, AICA e dai partner tecnici E.R.I.C.A. Soc. Coop. ed Eco dalle Città.
Anche quest’anno a Melilli il 21 novembre, nell’auditorium della Scuola Secondaria di via Matteotti, 41 dell’Istituto Comprensivo G. E. Rizzo, si terrà la conferenza di presentazione e avvio della SERR 2015, che sarà aperta agli alunni della sede di Melilli centro e della fraz. Villasmundo, ai genitori e agli stakeholders del territorio.
La dirigente scolastica Angela Fontana, considerati i successi dello scorso anno, che ha visto la scuola ricevere riconoscimenti sia nazionali che europei, ha ri-affidato l’organizzazione della SERR alla docente neopensionata Nella Tranchina, che a titolo gratuito, sta organizzando in collaborazione con esperti, ente locale e aziende del territorio il percorso formativo “Dematerializziamoci” per promuovere riflessioni sui servizi on-line, sul consumo critico e filiera corta, banco alimentare, riduzione dei rifiuti, riciclo creativo, mercatino dello scambio, ecc.
I ragazzi, infatti, sono cresciuti nell’ottica della “economia lineare (produci, usi, te ne disfi)”, il nostro intento è invece quello di far acquisire loro la consapevolezza che, attraverso “l’economia circolare”, le risorse devono essere impiegate il più a lungo possibile, sfruttandole al massimo, per poi essere riciclate e riutilizzate; inoltre l’avvento delle nuove tecnologie ha “dematerializzato” molti “servizi” ed in particolare a scuola si può attuare sia attraverso la digitalizzazione delle procedure amministrative (già avviate alla Rizzo), sia di quelle didattiche come spiegherà la dirigente Angela Fontana proprio nel convegno di avvio della SERR.
Il progetto concluderà giorno 1 dicembre 2015, con un convegno a cura dei ragazzi i quali presenteranno i risultati del lavoro svolto durante la settimana.

Scarica il Manifesto con il Programma

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *